Arresti ad Altamura per attentato, il plauso della FAI

carabinieriDopo più di tre mesi di indagini si è giunti finalmente ad una svolta che ha portato i Carabinieri del reparto operativo del Comando provinciale di Bari, coordinati dalla Direzione Antimafia, all’arresto di quattro persone con l’accusa di strage, ritenute responsabili dell'attentato compiuto il 5 marzo scorso in una sala giochi di Altamura. Nell’attentato, come si ricorda, rimasero feriti anche in modo greve otto giovani clienti, uno dei quali si trova ancora oggi in uno stato di coma. Quattro gli ordini di custodia cautelare eseguiti, tre in carcere ed uno ai domiciliari: tra gli arrestati compare il nome di Mario Dambrosio, 43 anni, fratello del più noto boss delle Murge Bartolo, ucciso in un agguato di mafia nel settembre 2010.

Leggi tutto...

Il presidente Scandurra incontra la F.A.I. Antiracket Bari

scandurraLa F.A.I. Antiracket Bari ha indetto per giovedì 4 giugno, alle ore 18.30 presso la propria sede in Piazza Aldo Moro 8 a Bari, una conferenza stampa in cui incontrerà ufficialmente il presidente della F.A.I. (Federazione delle Associazioni Antiracket Antiusura Italiane), Giuseppe Scandurra.
L’incontro sarà l’occasione per presentare al presidente la squadra barese della neo associazione, giù fortemente attiva sul territorio nell’azione di informazione e prevenzione, oltre naturalmente in quella di sostegno alle vittime di reati di racket e usura e di accompagnamento alla denuncia, attività che a poco tempo dall’inaugurazione stanno portando i primi frutti.
Durante la conferenza stampa, assieme al presidente Scandurra, al coordinatore regionale de Scisciolo e al presidente dell’associazione Lacarbonara, si esaminerà lo stato delle attività illegali del territorio barese per giungere ad una strategia d’azione in cui continuare a incanalare le forze dell’Antiracket Bari, auspicando una sinergia con gli enti e le istituzioni ed ancor più con commercianti, imprenditori e cittadini, vera linfa vitale per la macchina di contrasto contro ogni forma di illegalità.
Data l’importanza dell’incontro, s’invita in particolar modo gli organi di stampa a prendervi parte.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione